Volti della Birmania

Ciao, oggi riporto alcune riflessioni fatte durante il mio intenso soggiorno in Birmania.

 

birmania2
E’ il 30 gennaio e sono qui.

Sto aspettando di imbarcarmi sul sesto volo in 15 giorni di viaggio.
Sto lasciando un mare stupendo per raggiungere Sittwe, la più antica capitale di questo stato.
Che emozioni intense, tanti incontri con persone diversissime da noi eppure, in fin dei conti, così uguali.
Ogni cosa è estranea alle mie abitudini, così lontana da tutto e da tutti che dovrei essere nel nirvana adesso!
E invece no.

Il tango con voi e con la passione mia più intensa, la musica, non mi abbandona mai. Se mi manca qualcosa è proprio questo: la vostra presenza e la musica. Si qui ho avuto rare occasioni per ascoltare musica. Meno male ho messo l’Ipod pieno di tanghi nello zaino.

Quanti ne ho ascoltati!  

.
Certo questa gente pacifica e sempre sorridente, la loro religione, le loro abitudini estremamente semplici suscita in me molti spunti meditativi.
Qui milioni di persone praticano il buddismo.

Per quanto ho capito il buddismo è una filosofia di vita che gli uomini hanno modificato in religione con tutti gli orpelli comuni a tutte le altre: santi, icone, immagini, statue, santuari, pagode, luoghi sacri. Insomma un bel mercato.
Una delle nostre guide, molto religiosa, crede nella reincarnazione che serve per meritarsi il nirvana che è simile al paradiso.

Non la contraddico ma penso che dal punto di vista cristiano lei come altri miliardi di persone non andrà mai in quel “luogo” in quanto non battezzata.
E poi faccio un’altra riflessione sulla presunzione umana. E dico a Loredana che mi è vicina:

” Sai che la nostra cultura è molto più presuntuosa ed arrogante della loro?”
Lei mi risponde:”Di questo me ne sono accorta ascoltandoli e vedendoli vivere. Perché fai questa riflessione?”  

.
La rendo partecipe dicendole:”Loro per accedere all’eternità ci impiegano più vite, da noi con una sola.”  

.

“I cristiani con 50/80 anni di vita si sistemano per l’eternità. Ed i mussulmani non sono da meno!”
In pratica il genere umano pretende un’eternità per aver avuto in dono la vita.
Ed allora allungo un auricolare dell’Ipod a Loredana, mentre siamo a pieni nudi davanti ad uno stupa, e le sussurro: “Meglio goderci al massimo quello che abbiamo e visto che ci siamo ed abbiamo avuto la possibilità di conoscerlo, facciamoci subito un bel tango”

stupa

.
E così parte un sogno nel sogno.  

.
Vi regalo queste immagini scelte fra le centinaia che mi girano per la testa.
Buona visione e un abbraccio tanguero.  

.

 Guarda Ora:     

.

Potrai riprenderti quando saprai dei particolari della trama?

.

Lucille ha due grandi amori, Il Tango e la Scrittura.    

.

racconti

.

Adora ballare e scrivere un fiume di pensieri.
Se il suo ragazzo avesse accettato di iscriversi con lei ad una scuola per imparare i passi del tango, lei sarebbe stata la ragazza più felice del mondo.  
   
Si, Lei Lucille scrive …    
  
Lei ha un’innata forza sognante, idilliaca, che riesce a mettere sul foglio.
E scrivendo di tango migliora anche il suo modo di ballare.   
Il suo ragazzo vede che queste fonti gioiose per Lucille possono diventare delle ”rivali” in amore.  
Lui è un tipo molto stravagante, e lascia, seppur bendato, il passo al Señor Tango.      
.
javè2
.
.
Si, perché un giorno lei, Lucille, prende un foulard e lo benda.    
.
Una volta bendato comincia a sussurrargli le emozioni di quando balla e di quando scrive.   
.
Questo è solo l’inizio di una storia probabile che potresti scrivere anche tu, in forma diversa, su questo spazio a tua completa disposizione:   
.
Francesco El Actor scrivi
.
Senza saperlo sarai felicemente travolto da emozioni, rivivrai le tue ed altre avventure e forse, solo forse, dopo un ricco Buffet di Segreti, potrai ritrovarti in qualcosa di speciale, una energia che ti conquista, una Storia stimolante ed avvolgente, un’esperienza in cui potrai rispecchiarti.  
 
Si ancora, dove eravamo rimasti ? ecco Lucille scrive:     
.
…….  Gli ho raccontato tanto e lui bendato comincia a immaginare e sognare le mie suggestioni.  
Poi si alza e scende al piano di sotto.
 
Ed allora giro e rigiro fra gli elegantissimi abiti appesi. 
Uno attira il mio sguardo è rosso come la passione. 
E’ scollato sulla schiena, con un laccetto sensuale a chiudere il collo, corpetto stretto e fasciante, morbido sui fianchi e cascante ad altezza irregolare fino al ginocchio con ampi spacchi laterali che consentono agili movimenti delle gambe. 
  
Il desiderio di essere bella si è impadronito di me.  
.
lucille1
.
Indosserò questo, penso sorridendo, già pregustando la romantica serata a lume di candela nello chalet con lui, il mio ragazzo.
Per le scarpe non ho dubbi, le prime che ho adocchiato sono quelle giuste per me.
Metto le mani fra i capelli, vorrei raccoglierli con un bel fermaglio.  
Prendo tutto il necessario per il trucco e per acconciare i capelli e mi dirigo senza esitare nella stanza da bagno.
Mi siedo davanti allo specchio grande guardando la mia immagine riflessa.  
.
Sono bella, sono molto bella con l’abbronzatura estiva.
Quasi bacio lo specchio tanto mi sembra magico!  
  
Scelgo un trucco semplice che dia luce al viso senza appesantirlo.
Le labbra contornate da una riga color marrone ed un rossetto color rosso scuro che ben si abbina con l’abito scelto.  
Raccolgo i capelli lasciando libere un paio di ciocche davanti al viso.
Un bel fermaglio con zirconi ferma i capelli dietro la nuca.
Qualche mollettina con brillantino finisce l’opera degli ultime ciocche ribelli che non vogliono rimanere al loro posto. 
Indosso l’abito, naturalmente corredato da un intimo adeguato.   
Indosso anche una guêpière di colore nero, ormai non mi sorprendo più di nulla!  
.
Calzo le scarpe senza calze, le gambe sono abbronzate come tutto il corpo.  
.
Osservo il mio tatuaggio alla caviglia e me ne compiaccio.
Mi guardo allo specchio e mi sento seducente come la terra africana.
Socchiudo gli occhi e sento il sangue che sale e pulsa nelle vene: la vita vera mi scorre dentro.    
.
Che sensazione meravigliosa!    
.
Scendo al piano di sotto dove il dott. Javier mi attende impeccabilmente vestito anche lui di tutto punto.
Indossa una camicia bianca, pantaloni e giacca nera, scarpe in tinta ed in testa un cappello che gli oscura in parte il viso rendendolo ancora più seducente.    
.
Mi sbircia e sorride…..     
.
Il suo sguardo dolce mi inonda l’anima!     
“Sei pronta Lucille per una serata di Tango a St. Etienne?”      
.
“St. Etienne?“      
.
Lo guardo stranita, adoro quella città. Ho tantissimi ricordi di quando vi frequentavo l’università.
Che emozione ritornarci dopo tanti anni!
Lascio trapelare la mia gioia. Come quella di una bimba che riceve un grandissimo regalo inaspettato.    
.
Tutto ciò che riesco a sussurrare è: “Grazie!”.    
.
E poi un sonoro bacio sulla guancia che coglie Javier di sorpresa.  
Lui arrossisce.     
.
Mi accompagnerà in una milonga per la prima volta!     
.
 
Rieccoci a bordo della mia twingo rossa che sfreccia veloce verso St.Etienne.
Ora cara Lucille, io, il creatore di questa storia, mi blocco qui e ti farò rivivere nel prossimo messaggio.     
.
Questo perché ora ti voglio svelare il 7° segreto.       
.
534355_225053607655840_317960109_n
.
Una delle prime cose che ti devo dire, che certamente ti lascerà spiazzata, è che esiste un luogo nella milonga, come nella vita, dove il tempo ha smarrito la sua struttura.     
.
Il 7 segreto ha poco a che fare con l’abilità di vivere meglio o ballare meglio, ha molto più a che fare con quello che io chiamo “potere personale“ anche se la parola potere può spaventarti perché di solito è collegato con la parola responsabilità.  
  
Sò che pronunciando la parola potere, questa ti mette un po’ a disagio, non ti soffermi con piacere a pronunciarla, tuttavia dal mio punto di vista ti rivelo il suo vero significato. 
Il Potere Personale è l’abilità di creare un legame tra il luogo dove nascono le “intenzioni” e le “azioni” che plasmano la tua vita.
  
D’ora i poi il tuo motto sarà:     
.
“Lo Voglio Fare, Lo Faccio“       
.
Il Potere Personale è la capacità di muoverti nello spazio in cui ti trovi.   
Nella milonga, ad esempio, mentre balli il tango.   
Così che sia chiarissima per te la direzione in cui vuoi andare, e lo sia anche alle persone intorno a te. 
     
Questo è ciò che ti succede mentre balli un “Tango con l’essere divino”.     
.
Chi è l’essere divino?    
.
E’ quella sensazione che si instaura raramente, perché non è cercata, fra te e il ballerino e ti fa sognare.   
.
Ed è questo ciò che io chiamo Potere Personale.   
.
Mentre balli un Tango con l’essere divino, invochi, contatti e ti ricolleghi a te stessa, alla tua fonte femminile, quella che io chiamo “Grazia“.    
.
Lucille, anima luminosa, tu sei piena di Grazia.    
.
     
Comunichi questa tua energia tipicamente femminile attraverso uno sguardo, attraverso una postura, attraverso la pelle, attraverso la tua propria presenza, attraverso il tuo abbraccio. 
Quando la Grazia è forte, quando è chiara, riesci a emanarla al tuo esterno e a comunicare chi sei.   
Non sono determinanti per questo le tecniche imparate, esse ti aiutano ad esaltarti.  
.
E’ qualcosa che avviene e nasce al tuo interno, e che è correlata direttamente con “chi sei” prima ancora di quello che fai.   
.
Lucille quando manifesti la Grazia questa si vede.  
.
A questo livello di chiarezza e di intensità, la Grazia non è una cosa su cui non puoi fingere. 
E’ percepita ad un livello profondo ed intenso dalle persone che hai intorno. 
Questo non ha niente a che fare con la tecnica ha a che fare solo con te.  
 
Tienilo bene in mente e nel cuore: “Ha a che fare solo con te”.    
   
10394506_820491871295350_1559707580125446590_n  .
Quando aderisci completamente a “chi sei“ si aprono delle porte che non si sarebbero aperte per nessun altra ragione.   
Ricorda Lucille, se segui la tua felicità si apriranno porte dove prima c’erano soltanto muri!     
.
Si aprono le porte e la luce entra nella tua mente e nel tuo cuore.    
.
  
Lucille, riconosci e senti ciò che sei in verità, bisogna che ti svegli sul serio e smetti di credere nelle favole.   
Scoprirai che in verità non stai cercando solo di vivere bene    
 
ma stai cercando te stessa…. stai cercando il Tango, il tuo Tango, la Verità…….    
.
E’ per questo che ho messo a tua disposizione questo spazio. 
Uno spazio dedicato ai non professionisti.    
.
Inizia anche Tu a  Scrivere la Tua Storia sul Blog     
Francesco El Actor blog pubblico
.
P.S.: se vuoi sapere come continua la storia di Lucille e Javier continua a seguirmi. Ciao.  

.

poesia.

.

Scrivere che Passione!

Consigli Pratici per Scrivere un fiume di pensieri….

 

pensieri

 

Ogni intervento deve essere positivo, parlaci e ricorda in positivo, le lamentele ti prosciugano e ti lasciano l’amaro in bocca.
Sono gli altri che poi devono porre rimedio.    
Comincia tu.    
Quando scrivi cerca di evitare negazioni. 
Esempio: “Non è chio non abbia voglia di ballare”. Meglio scriver: “Ho voglia di ballare”   
Aggettivi che squalificano. 
Esempio: “La milonga di ieri sera era sozza, il cameriere metteva le dita nei bicchieri dopo essere andato in bagno senza lavarsi le mani”. 
Meglio: “La prossima volta andrò in una milonga più pulita, dove l’igiene è considerato”.    
Avverbi negativi 
Esempio: “Che stronze, le ho invitate e non mi hanno neppure guardato”
Meglio: “Ho ballato in un ambiente molto elitario, ballano solo fra loro altrimenti chiacchierano tutto il tempo.
E pensare che ho fatto un’ora di strada per arrivare fino a qui!, Da loro!”    
E via così….    
Gli argomenti su cui puoi esprimerti sono i più svariati:
Il mio maestro
Chi ho incontrato che non avrei mai immaginato
Un argomento normalissimo
Una sensazione che hanno tutti e nessuno la dice
Perché il festival si e la milonga no
Perché la milonga si ed il festival no
Le ultime scarpe che ho comprato
Cosa bevo per sciogliere la tensione in milonga
Il mio primo abbraccio
Perché mi metto le scarpe per uscire
Cosa mi ha detto l’amico/a ieri sera   
E via così…….    
 
Buon divertimento, se scrivi un argomento, questo diventa più tuo!    
Francesco El Actor 
racconti

Cosa succede durante i corsi di tango

Siamo tutti immersi nell’approfondire questa magnifica arte che è il tango argentino in ogni suo aspetto. Io facevo decine di lezioni, adesso mi sono calmato un pochino. Mi ricordo, ormai più di dieci anni fa, quando durante una lezione in quel di Verona il maestro Rodrigo “Joe” Corbata chiede ai presenti cosa significava per loro ballare il tango argentino.

Ed allora arrivano le diverse impressioni:

Alex: “Per me è una passione che si balla”. E il maestro annuisce.

Maria: “Due facce serie con quattro gambe allegre”. E il maestro sorride.

Paolo lo scontato (c’è in tutti i corsi): “Il tango è un pensiero triste che si balla”. E il maestro: “Perché sei triste tu”

Angela: “E’ la possibilità di vedere la vita così com’è!”. E il maestro fa un passo indietro.

Anita: “E’ una storia intensa che si conclude in poco tempo”. E il maestro la guarda intensamente.

Roberto: “E’ scoprire un corpo diverso, dei corpi diversi”. E il maestro mima l’abbraccio.

 

Carlo: “E’ conoscere di più se stessi”. E il maestro alza gli occhi al cielo.

Innocenza: “E’ una musica dolcissima” E il maestro fa il verso al violino.

Mario il bancario: “Per qualcuno è un modo per far soldi” E il maestro lo guarda ondeggiando il capo mentre fa un gran sospiro.

Arrivando a me gli dico: “Per me il tango ballato è un segreto fra due” E il maestro con voce ferma e decisa: “Con te non farò mai ballare la mia donna!!!!!!!”

 

Schermata 2015-02-03 alle 02.45.54

 

E la lezione riprende.

Sai quanti aneddoti come questi abbiamo tutti da raccontare? Tanti ed anche molto altro: fallo su questo SpazioTanguero ed invita i tuoi amici a farlo.

Ciao. Francesco

“Tango illegal” impazza….

Il “Tango illegal” impazza tra gli appassionati di tango argentino…

 

Ha fatto tappa in ogni città!
Vi partecipano tangueri da tutta Italia, che scelgono di volta in volta una piazza nuova da esplorare.

Ad Abano Terme circa cento appassionati si sono ritrovati nella storica piazzetta aponense per improvvisare dalle 21 alle 23 una serie di giri di tango, che hanno attiratto la curiosità dei passanti.

Di “illegal” in realtà vi è solo il nome, perché si tratta di un ritrovo fra amici che usano la tecnologia per passare le sere a ballare qualche tanda di tango per le strade e piazze della città.

I “tangueri”, che spesso non si conoscono tra di loro e che socializzano proprio nelle piazze in cui vengono organizzati via web gli eventi, girano muniti di uno stereo portatile, che diffonde le note della sensuale musica argentina.

Qualcuno ha ballato in mezzo alla piazza, altri si sono dilettanti sotto ai portici, soprattutto quando ha iniziato a cadere qualche goccia di pioggia.

Il “Tango illegal” ha coinvolto anche i passanti, che si sono uniti alle danze.

 

La Prossima città?

 

9-maggio

 

 

Articolo scritto da Francesco Tagliabue 

 

 

Il Tango può Salvarti la Vita?

Forse un segreto per superare le crisi del cuore?

 

 

il Tango è un ottimo strumento per imparare come si può stare con qualcuno senza aspettarsi nulla….
come trovare un equilibrio con un’altra persona anche se questa non è il compagno o la compagna della propria vita.

 

Il Tango, la sua magia, la sua storia segnano la rotta per risalire alle sorgenti del dolore e della felicità

Il Tango, la sua magia, la sua storia, è il calore con cui misurare la temperatura dell’eros.

 

 

angelo mangiapane la via del tango

 

Scritto da Angelo Mangiapane 

 

 

Scrivi Anche Tu sul Blog

Questo Spazio è Tuo, puoi Scrivere liberamente di Tango Argentino ….

Francesco El Actor blog pubblico

 

Questo Blog è come il tuo Diario di bordo e Tu Sei il Capitano.

Commenti, approfondimenti, opinioni, suggerimenti

Sarà solo la tua fantasia il tuo limite …. Ti Piace 😉

Benvenuto in questo Spazio per Te….. e inizia a creare il tuo primo articolo!

Come Scrivere un Articolo Interessante 

 

scrivere francesco el actor

 

I blog sono un mezzo di comunicazione in rapida crescita.

Durante il primo decennio del 2000, i blog hanno attirato l’attenzione mediatica attraverso articoli su giornali e riviste in primo piano; nel giro di pochissimi anni, sono diventati estremamente popolari e, ormai, alcuni tra i blog più importanti rivaleggiano con i media tradizionali in termini di seguito e rilevanza culturale.

La blogosfera è stata in grado di influenzare i risultati di elezioni e politiche aziendali grazie all’incredibile seguito che i blog hanno conquistato nel corso degli ultimi anni.

Alcuni contano addirittura milioni visite al giorno.

Non dimentichiamo, inoltre, che possono essere molto piacevoli da leggere e davvero divertenti da scrivere.     

.

I Passi per scrivere un bel articolo di Tango Argentino     

.

1 Passo
Innanzitutto, devi decidere che tipo di articolo vorresti creare.  
.
Ricavati una nicchia e scegli un titolo facile da ricordare, che attiri l’attenzione ma che sappia anche catturare l’essenza del tuo argomento.   
.

Ricorda che un articolo sul blog rappresenta un’estensione di te stesso, proprio come i vestiti che indossi.

Per la maggior parte dei tangueri, i tuoi articoli che scriverai sul blog di Francesco El Actor, potrebbero essere l’unica cosa con cui ti identificheranno in futuro e devi essere certo che rifletta esattamente la tua natura.       

.

2 Passo    

Decidi la frequenza con cui vuoi pubblicare i tuoi articoli.     

.

Alcuni tangueri preferiscono pubblicare qualcosa ogni settimana, mentre altri sostengono che tre brevi articoli a settimana siano più efficaci di un lungo testo pubblicato una volta ogni tre settimane.

Eppure, altri ancora ritengono che aggiornare i propri articoli soltanto una volta al mese attiri più lettori.

In sostanza, scrivi quando ne senti il bisogno, quello che importa davvero è il contenuto!

Qualunque cosa tu decida di fare, ricorda che la maggior parte degli autori di articoli  preferisce sicuramente la qualità alla quantità.

Quando i tuoi amici tangueri apriranno il tuo articolo, dopo un po’ di tempo ti renderai conto di aver attratto un tipo di seguito ben preciso e, probabilmente, finirai per dover adattare i testi al gusto dei tuoi lettori per soddisfarli.   

.

3 Passo   

Scrivi un bel po’ di materiale e rendilo pubblico qui nel blog Francesco El Actor.    

.

Alcuni suggeriscono di scrivere degli ariticoli sul blog per circa un mese prima di pubblicizzare ai prori amici tangueri il loro lavoro.

In ogni caso, la fama e il successo arriveranno col tempo.

Rivedi i vecchi testi e riscrivili, in modo da far sì che sia tutto perfetto prima di pubblicarli sul blog sullo Spazio Tanguero;

infatti, il blog di Francesco El Actor ti permette di correggere gli articoli inseriti in precedenza.

Non si può ottenere il successo immediatamente, perciò abbi pazienza e ricorda che l’essenza dei tuoi articoli deriva dalla scrittura di un diario:

scrivi innanzitutto cose piacevoli che soddisfano per te stesso, e immediatamente anche i tuoi lettori ne rimarranno entusiasti.  

4 Passo    

Racconta ai tuoi amici dei tuoi articoli e chiedi loro di spargere la voce.    

.

Spesso, una pubblicità indiretta può essere più efficace.

La gente potrebbe ignorare il tuo articolo se lo presentassi in prima persona, perché penserebbero che sei in cerca di attenzioni.

Non aspettarti niente in cambio.

Tuttavia, i tuoi articoli attireranno l’attenzione sul tuo spazio, richiamando nuovi lettori.

Spesso, quando pubblichi un articolo o un commento su articoli di altri tangueri, puoi inserire il link al tuo blog che dovrebbe essere già incluso, o probabilmente dovrai includere manualmente il link al tuo blog.    

.

Crea il Tuo Primo Articolo sul tango Argentino 

Buon Divertimento 😉    

.

                Francesco El Actor 

Ciao Tanguero !

Benvenuto in questo Spazio per Te….. e inizia a creare il tuo primo articolo!

Come Scrivere un Articolo Interessante 

 

scrivere francesco el actor

 

I blog sono un mezzo di comunicazione in rapida crescita.

Durante il primo decennio del 2000, i blog hanno attirato l’attenzione mediatica attraverso articoli su giornali e riviste in primo piano; nel giro di pochissimi anni, sono diventati estremamente popolari e, ormai, alcuni tra i blog più importanti rivaleggiano con i media tradizionali in termini di seguito e rilevanza culturale.

La blogosfera è stata in grado di influenzare i risultati di elezioni e politiche aziendali grazie all’incredibile seguito che i blog hanno conquistato nel corso degli ultimi anni.

Alcuni contano addirittura milioni visite al giorno.

Non dimentichiamo, inoltre, che possono essere molto piacevoli da leggere e davvero divertenti da scrivere.     

.

I Passi per scrivere un bel articolo di Tango Argentino     

.

1 Passo
Innanzitutto, devi decidere che tipo di articolo vorresti creare.  
.
Ricavati una nicchia e scegli un titolo facile da ricordare, che attiri l’attenzione ma che sappia anche catturare l’essenza del tuo argomento.   
.

Ricorda che un articolo sul blog rappresenta un’estensione di te stesso, proprio come i vestiti che indossi.

Per la maggior parte dei tangueri, i tuoi articoli che scriverai sul blog di Francesco El Actor, potrebbero essere l’unica cosa con cui ti identificheranno in futuro e devi essere certo che rifletta esattamente la tua natura.       

.

2 Passo    

Decidi la frequenza con cui vuoi pubblicare i tuoi articoli.     

.

Alcuni tangueri preferiscono pubblicare qualcosa ogni settimana, mentre altri sostengono che tre brevi articoli a settimana siano più efficaci di un lungo testo pubblicato una volta ogni tre settimane.

Eppure, altri ancora ritengono che aggiornare i propri articoli soltanto una volta al mese attiri più lettori.

In sostanza, scrivi quando ne senti il bisogno, quello che importa davvero è il contenuto!

Qualunque cosa tu decida di fare, ricorda che la maggior parte degli autori di articoli  preferisce sicuramente la qualità alla quantità.

Quando i tuoi amici tangueri apriranno il tuo articolo, dopo un po’ di tempo ti renderai conto di aver attratto un tipo di seguito ben preciso e, probabilmente, finirai per dover adattare i testi al gusto dei tuoi lettori per soddisfarli.   

.

3 Passo   

Scrivi un bel po’ di materiale e rendilo pubblico qui nel blog Francesco El Actor.    

.

Alcuni suggeriscono di scrivere degli ariticoli sul blog per circa un mese prima di pubblicizzare ai prori amici tangueri il loro lavoro.

In ogni caso, la fama e il successo arriveranno col tempo.

Rivedi i vecchi testi e riscrivili, in modo da far sì che sia tutto perfetto prima di pubblicarli sul blog sullo Spazio Tanguero;

infatti, il blog di Francesco El Actor ti permette di correggere gli articoli inseriti in precedenza.

Non si può ottenere il successo immediatamente, perciò abbi pazienza e ricorda che l’essenza dei tuoi articoli deriva dalla scrittura di un diario:

scrivi innanzitutto cose piacevoli che soddisfano per te stesso, e immediatamente anche i tuoi lettori ne rimarranno entusiasti.  

4 Passo    

Racconta ai tuoi amici dei tuoi articoli e chiedi loro di spargere la voce.    

.

Spesso, una pubblicità indiretta può essere più efficace.

La gente potrebbe ignorare il tuo articolo se lo presentassi in prima persona, perché penserebbero che sei in cerca di attenzioni.

Non aspettarti niente in cambio.

Tuttavia, i tuoi articoli attireranno l’attenzione sul tuo spazio, richiamando nuovi lettori.

Spesso, quando pubblichi un articolo o un commento su articoli di altri tangueri, puoi inserire il link al tuo blog che dovrebbe essere già incluso, o probabilmente dovrai includere manualmente il link al tuo blog.    

.

Crea il Tuo Primo Articolo sul tango Argentino 

Buon Divertimento 😉    

.

                Francesco El Actor 

Juan D’Arienzo un Super Autore El Rey del compás

Juan D’Arienzo riporta in auge il tango intorno al 1935

accentuando i ritmi della sua origine ed abbandonando ogni elaborazione.

 

Lo rese molto più semplice e ballabile: popolare!

 

Juan D

 

 

Director y violinista, Buenos Aires 14/12/1900-14/01/1976

El Rey del compás

A proposito dei cantanti, Juan D’Arienzo:

La mía siempre fue una orquesta recia, con un ritmo muy acompasado, muy nervioso, vibrante. Y fue así porque el tango, para mí, tiene y tres cosas: compás, efecto y matices. Una orquesta debe tener, sobre todas, vida. Por eso la mía perduró durante más de cincuenta años. Y cuando el Príncipe me puso ese título yo pensé que estaba bien, que tenía razón.

El tango antiguo, el de la “guardia vieja”, tenía ritmo, nervio, fuerza y carácter. La obligación nuestra es procurar que no pierda nada de eso. Por haberlo olvidado el tango argentino entró en crisis desde hace algunos años. Modestia aparte, yo hice todo lo posible por hacerlo resurgir. En mi opinión, una buena parte de culpa de la decadencia del tango correspondió a los cantores. Hubo un momento en que una orquesta típica no era más que un simple pretexto para que se luciera un cantor. Los músicos, incluyendo el director, no eran más que acompañantes de un divo más o menos popular. Para mí eso no debe ser.

L’orchestra moderna inizia con

13-09-1927 Nombre completo: Julio De Caro. Músico, violinista, director y compositor(Buenos Aires11 de diciembre de 1899 – 11 de marzo de 1980)

e poi……..

Il mito

Nombre completo: Aníbal Carmelo Troilo

Apodo: Pichuco

Músico, bandoneonista, director y compositor.

(Buenos Aires 11 de julio de 1914 – 18 de mayo de 1975)

Il jazz

Nombre completo: Osvaldo Nicolás Fresedo. Designación: El Pibe de La Paternal.

Músico, bandoneonista, director y compositor. (Buenos Aires 5 de mayo de 1897 – 18 de noviembre de 1984)

La perfezione

Apodo: El Señor del Tango

Pianista, director y compositor (Bahia Blanca January 7, 1900 – January 12, 1960)

Nombre completo: Osvaldo Pedro Pugliese

Pianista, director, compositor. (Buenos Aires 2 de diciembre de 1905-25 de julio de 1995)

In Italia una tanda a lui dedicata non puó mancare